SANTI, TESTIMONI  E  PREGHIERE

Mercoledì 27 ottobre 2021



Repertorio
Informazioni e contatti
Vai alla barra di selezione

Sacro Cuore di Gesù - Cuore Immacolato di Maria

(Scheda 110/153, composta da 3 sottoschede - Anno 2021)

SOLENNITÀ 11 giugno - Sacro Cuore di Gesù; 12 giugno - Cuore Immacolato di Maria

SACRATISSIMO CUORE DI GESÙ

CUORE IMMACOLATO DI MARIA

Oggi, venerdì dopo il Corpus Domini, si festeggia la solennità del Sacro Cuore di Gesù; in questo giorno tradizionalmente si celebra la Giornata di santificazione sacerdotale; la giornata di domani è dedicata al Cuore Immacolato di Maria.

IL SACRO CUORE DI GESÙ.

Con il culto al Sacro Cuore, la Chiesa intende onorare il simbolo dell’umanità di Gesù, che per l’intima unione con la Divinità, ha diritto all’adorazione e all’amore per Lui, il cui simbolo è proprio il Suo Cuore.

La devozione era praticata fin dalle origini della Cristianità e nel Medioevo, ma la fioritura del culto al Sacro Cuore di Gesù, prima che fosse reso ufficiale ed esteso a tutta la Chiesa cattolica (ciò avvenne solo nel 1856), si ebbe nel corso del secolo XVII, prima ad opera di san Giovanni Eudes (1601-1680) e poi della mistica santa Margherita Maria Alacoque (1641-1682). La diffusione di questo culto avvenne in gran parte ad opera dei confratelli della Compagnia di Gesù.

Le rivelazioni di Gesù a santa Margherita. Gesù apparve a santa Margherita in più occasioni per 17 anni, e sempre la invitò ad avere una particolare devozione al suo Cuore. Nella quarta visione, il 16 luglio 1675, durante l’ottava del Corpus Domini, Nostro Signore le chiese che il venerdì dopo il Corpus Domini fosse dedicato ad una festa per onorare il suo Cuore e con Comunioni per riparare alle offese da lui ricevute.

Nota: In tutte le chiese della nostra Unità Pastorale veneriamo una immagine del Sacro Cuore di Gesù; la chiesa parrocchiale di Gainiga gli è dedicata.

IL CUORE IMMACOLATO DI MARIA.

L’origine di tale culto si può trovare in più passi dell’evangelista Luca, dove il Cuore di Maria appare come uno scrigno che racchiude i più santi ricordi (2,19; 2,35; 2,51).

La memoria liturgica del Cuore Immacolato di Maria ha la sua radice teologica nel riferimento al Sacro Cuore di Gesù e alla missione redentrice di Cristo e della Chiesa. Ma si dovette aspettare il 1944 perché papa Pio XII estendesse la festa a tutta la Chiesa, in ricordo della Consacrazione del mondo al Cuore Immacolato di Maria, da lui fatta nel 1942. Egli sottolineava (enc. Haurietis Aquas, 1956) come la Beatissima Vergine Maria è associata indissolubilmente a Cristo nell’opera della redenzione e, in armonia con il disegno della Provvidenza divina, il cuore della celeste Madre, dopo quelli dovuti al Cuore Sacratissimo di Gesù, merita analoghi tributi di devozione.

L’espressione Cuore Immacolato è venuta in uso corrente a seguito del dogma della Immacolata Concezione, e soprattutto dopo le apparizioni della Vergine a Fatima, l’espressione è entrata nell’uso ecclesiale e liturgico.


Scarica schede PDF

Scheda principale
Sottoscheda 2: Sacro Cuore di Gesù - Preghiere
Sottoscheda 3: Cuore Immacolato di Maria - Preghiere




Selezione schede

|< < 107 108 109 110 111 112 113 > >| Vista elenco

Accedi a una scheda per numero


Premere questo pulsante per aprire la scheda corrispondente.

Impostazione elenco schede


Premere questo pulsante per effettuare l'impostazione:

Torna a inizio pagina


Risorse in rete
santiebeati liturgia cathopedia qumran diocesi l'azione unità pastorale avvenire.it

Aggiornamento: giovedì 21 ottobre 2021
Copyright © 2020-2021 Lia Artico