SANTI, TESTIMONI  E  PREGHIERE

Domenica 13 giugno 2021



Repertorio
Informazioni e contatti
Vai alla barra di selezione

Maggio 2021 - 11 giorno

(Scheda 86/111, singola - Anno 2021)

MARATONA DI PREGHIERA 11 maggio - SANTO ROSARIO CON IL PAPA - maggio 2021

SANTO ROSARIO CON IL PAPA - maggio 2021
Undicesimo giorno - martedì 11 maggio

Vergine dei Poveri di Banneaux (Belgio)

Intenzione di preghiera: Per i poveri, i senza tetto e le persone in difficoltà economica

Oggi il Santo Padre ci invita a pregare per tutti i poveri e le persone in difficoltà, e lo faremo nel Santuario della Vergine dei Poveri che si trova a Banneux, in Belgio.

Il Santuario è una piccola cappella situata in un modesto villaggio delle Ardenne, abitato da gente povera, per lo più minatori e boscaioli, a 25 chilometri da Liegi. Il luogo, umido e paludoso era detto “La Fange” (Il fango).

LE APPARIZIONI

Mariette Béco, prima di undici figli di un minatore, era nata il 25 marzo 1921, che quell’anno era Venerdì Santo. Ma nella sua famiglia non praticante questo giorno non aveva nessun significato: in quell’ambiente poverissimo non c’era alcun interesse per le pratiche religiose. E nessuno si sarebbe mai aspettato quello che stava per accadere.

Erano le sette di sera del 15 gennaio del 1933. La sera era gelida, la neve e il ghiaccio avevano coperto le strade. Mariette aveva undici anni. Qualche giorno prima aveva trovato per strada una corona del Rosario e, pur non conoscendone l’uso, l’aveva tenuta. Stava guardando dalla finestra mentre aspettava che rientrasse il fratellino, quando all’improvviso vide nel buio del giardino una bellissima signora splendente, con l’abito lungo e una fascia azzurra intorno alla vita. Sopraffatta dall’emozione, prese la corona e recitò qualche Ave Maria. La signora le fece cenno di avvicinarsi. Mariette chiamò la madre dicendole: “Mamma, vedo una signora così elegante!... Sembra la Madonna!” e voleva uscire. Ma la madre, spaventata, chiuse la porta a chiave e glielo impedì. La signora scomparve. La sera del 18 gennaio Mariette uscì di nascosto. La signora si mostrò di nuovo, la guidò fino a una sorgente che scorreva lì vicino e le disse: “Immergi le mani nell’acqua. Questa sorgente è riservata per me” Poi la salutò: “Buona sera, arrivederci!”. Il giorno dopo, il 19 gennaio, presso la sorgente, la signora si presentò: “Io sono la Vergine dei Poveri. Questa sorgente è per tutte le nazioni… per gli ammalati” e nell’apparizione dell’11 febbraio affermò: “Io vengo ad alleviare la sofferenza”. La Vergine Santa la invitò a pregare e a far pregare molto e le chiese di far edificare una piccola cappella. In totale apparve otto volte. Si congedò da Mariette il 2 marzo 1933 con queste parole: “Io sono la Madre del Salvatore, la Madre di Dio. Prega molto” e scomparve dopo averla benedetta con un segno di croce.

Le apparizioni sono state riconosciute ufficialmente dalla Chiesa nel 1949.

Il messaggio. Nel corso delle otto apparizioni, la Madonna ha voluto ricordare il suo compito nel mistero della salvezza: Maria è colei che sceglie la strada della povertà e ci è accanto per portarci a Gesù. La fonte benedetta è riservata a tutte le nazioni, in modo speciale agli ammalati nel corpo e nello spirito perché trovino sollievo alle loro sofferenze.

Nota: Mariette Béco Dopo quella straordinaria esperienza, non scelse la vita religiosa. Si sposò, ebbe tre figli e si è spenta a novant’anni nel 2011 nello stesso villaggio che l’aveva vista nascere. Soleva ripetere: “Sono stata solo un postino incaricato di portare un mssaggio. Una volta che il messaggio è arrivato, il postino non ha più alcuna importanza.


Scarica schede PDF

Scheda




Selezione schede

|< < 83 84 85 86 87 88 89 > >| Vista elenco

Accedi a una scheda per numero


Premere questo pulsante per aprire la scheda corrispondente.

Impostazione elenco schede


Premere questo pulsante per effettuare l'impostazione:

Torna a inizio pagina


Risorse in rete
santiebeati liturgia cathopedia qumran diocesi l'azione unità pastorale avvenire.it

Aggiornamento: venerdì 11 giugno 2021
Copyright © 2020-2021 Lia Artico