BIBLIOTECA DIGITALE PER I CIECHI
INFORMAZIONI GENERALI

Descrizione del progetto

La Biblioteca Digitale per i Ciechi, in breve BDC, è un'iniziativa nata per mettere a disposizione dei ciechi italiani, in modo esclusivo e gratuito, un'ampia raccolta di testi in forma digitalizzata con lo scopo di offrire loro uno strumento per la conoscenza, l'arricchimento culturale e lo svago.

L'adesione alla BDC è strettamente riservata a coloro che sono affetti da deficit visivo grave o da altra patologia che impedisce o rende difficile la lettura autonoma dei testi stampati (ad esempio ciechi assoluti, ipovedenti gravi, dislessici) e che, in seguito a detta condizione, debbono accedere ai contenuti in forma elettronica usufruendo di speciali ausili tecnici hardware o software come barre braille, sintetizzatori vocali, software ingrandenti.

Per poter usufruire della BDC è necessario iscriversi presso uno dei distributori. I servizi erogati agli aderenti possono variare da un distributore all'altro.

La BDC si compone dei seguenti elementi e servizi.

  1. Una raccolta di file, a fine giugno 2017 composta da oltre 62.000 titoli. Questi file non hanno un aspetto estetico gradevole per la lettura visiva perché sono di puro testo (formato .txt) ma, allo stesso tempo, sono idonei per la fruizione mediante le periferiche speciali usate dai ciechi.
  2. Un servizio settimanale di raccolta e preparazione del materiale proveniente da varie fonti, con distribuzione agli aderenti registrati di appositi archivi di aggiornamento.
  3. Uno o più distributori che tramite Web rilasciano le credenziali necessarie per prelevare la raccolta e i successivi aggiornamenti.
  4. Un pacchetto software per la consultazione e la lettura delle opere, nonché per il prelievo, l'installazione e la gestione degli archivi base e degli aggiornamenti.
  5. Una versione Web che richiede semplicemente una connessione a Internet, lasciando libero l'utilizzatore di adottare un dispositivo, un sistema operativo e un browser a piacere (in particolare senza installare alcun software e senza impegnare il sistema con la copia locale dell'intera raccolta).
  6. La possibilità di accedere tramite applicazioni software di terze parti debitamente autorizzate, le quali dialogano on-line con la BDC tramite un protocollo appositamente predisposto dallo staff della BDC.

Raccolta e organizzazione del materiale

Il nucleo fondamentale del progetto è costituito dal lavoro del curatore che raccoglie e organizza il materiale. Si tratta di un'attività che egli ha condotto per molti anni a titolo personale, anche prima di mettere a disposizione di altri il frutto della sua opera.

Il materiale proviene da fonti svariate ed eterogenee e richiede un accurato lavoro di selezione, mediante l'applicazione di idonei criteri di organizzazione e un opportuno filtraggio dei file. Questo è un lavoro che, oltre ad essere impegnativo in termini di tempo, richiede costanza, competenza e dedizione.

Anche se una parte delle opere può essere inevitabilmente affetta da qualche imperfezione tecnica, si può affermare che il livello qualitativo generale è adeguato allo scopo. La buona qualità di molte opere si deve al lavoro di acquisizione che numerose persone non vedenti svolgono utilizzando lo scanner e correggendo pazientemente gli errori di riconoscimento del sistema OCR.

Software per la consultazione e la gestione

In presenza di una siffatta mole di file, è indispensabile un metodo efficace ed affidabile per la ricerca delle opere nel catalogo e per la loro visualizzazione. Per assolvere questo compito è stato realizzato il pacchetto software denominato Lettura libri, espressamente dedicato alla Biblioteca Digitale. Gli iscritti possono scaricare l'archivio di setup, installarlo e utilizzarlo liberamente, il tutto in modo completamente gratuito.

Il pacchetto è composto sostanzialmente dal modulo Lettura libri che è di tipo console, cioè con interfaccia testuale, e dal modulo Biblioteca Digitale, che è un normale modulo GUI (Graphical User Interface), detto anche modulo grafico. Entrambi i moduli funzionano in ambiente Windows XP o versione successiva. Ciascun utilizzatore può decidere, a sua discrezione, se utilizzare l'uno o l'altro per la consultazione e la lettura delle opere. Si noti invece che la convalida dell'installazione e i servizi di aggiornamento (prelievo degli archivi, loro installazione, sincronizzazione) sono gestibili unicamente mediante il modulo console Lettura libri. Per un corretto e proficuo utilizzo del software si raccomanda di consultare la documentazione allegata allo stesso.

La fruizione della Biblioteca Digitale può avvenire nei modi indicati di seguito (i primi due richiedono l'installazione del pacchetto software suddetto).

Modo classico.
L'intera raccolta di opere viene installata nel PC dell'utilizzatore, il quale si fa inoltre carico periodicamente di prelevare e installare gli aggiornamenti. Tutto il materiale è fornito mediante archivi compressi che devono essere installati mediante le apposite funzioni del modulo Lettura libri.
Modo smart.
Il software accede al database remoto, la raccolta delle opere presente nel server del distributore, vale a dire che non si richiede l'installazione nel PC della Biblioteca Digitale. Purché il PC sia collegato a Internet, il modo smart è comodo ed è particolarmente raccomandato: opere sempre complete e aggiornate, piccola quantità di spazio impegnato nel disco, nessuna perdita di tempo per scaricare, installare e conservare gli archivi compressi, nessuna manutenzione da effettuare.
Versione Web.
Si tratta di una versione della Biblioteca Digitale particolarmente adatta all'impiego su dispositivi mobili. Essa richiede unicamente un browser Internet e non è vincolata a un particolare sistema operativo. Si accede a una pagina Web che mostra un modulo di ricerca e, previo inserimento di username e password, consente il prelievo delle singole opere desiderate. Per navigare nelle pagine, si possono utilizzare i livelli di intestazione e alcuni tasti di accesso rapido.
Nella pagina dei distributori è reperibile l'indirizzo per accedere al servizio.
Accesso on-line con un'applicazione portable.
BDOnLine è un piccolo programma costituito da un unico file eseguibile di nome BDOnLine.exe che funziona in qualunque versione di Windows. Esso consente agli utenti registrati di consultare il catalogo generale e l'elenco degli ultimi arrivi, di aprire un testo di assaggio e di scaricare le opere desiderate. Il file BDOnLine.exe può essere copiato in una qualunque cartella, ad esempio in una chiavetta USB, ed avviato da tale posizione senza effettuare alcuna installazione e appoggiandosi unicamente alle risorse del sistema operativo, non necessita né di librerie né di altri file ausiliari, non tocca il registro di sistema, lavora esclusivamente in memoria senza scrivere nemmeno un byte nei dischi, ad eccezione naturalmente dei file di cui l'utente richiede il salvataggio.
Scarica qui il programma BDOnLine.

Servizi on-line liberi

Come già evidenziato, i principali servizi offerti dai distributori della Biblioteca Digitale sono ad uso esclusivo degli aderenti registrati. Alcune funzioni della versione Web hanno carattere informativo e sono aperte all'utilizzo da parte di qualunque visitatore. Le opere che compaiono negli elenchi indicano l'autore, il titolo e un testo di assaggio di poche righe. Accedendo al link si ottiene uno stralcio un po' più esteso.
Ricerca libera
Con il modulo messo a disposizione in questa pagina è possibile consultare il catalogo per autore e per titolo o con le due chiavi combinate. Si può effettuare una ricerca semplice oppure per mezzo di espressioni regolari. Nelcaso della ricerca semplice, i termini (parole o porzioni di parola) trovano riscontro indipendentemente dall'ordine di immissione. Ad esempio, alighieri dante e dante alighieri individuano gli stessi risultati.
Il modulo di ricerca è disponibile anche nella pagina degli ultimi arrivi e nel catalogo generale.
Ultimi arrivi
Elenca le opere aggiunte recentemente, cioè quelle incluse nell'ultimo aggiornamento settimanale.
Catalogo completo.
Le voci di questo elenco sono suddivise per lettera iniziale dell'autore, ma sono prive sia di link sia di testo di assaggio.

Documentazione e segnalazione di difetti

Prima di inviare una segnalazione per un problema, si deve consultare con cura la documentazione fornita a corredo del software perché essa descrive accuratamente tutti gli aspetti di funzionamento e contiene già la risposta alla maggior parte dei dubbi che possono essere formulati.

Ciò premesso, gli autori dei programmi Lettura libri e Biblioteca Digitale invitano gli utilizzatori a segnalare eventuali difetti o anomalie di funzionamento. Si raccomanda di fornire informazioni chiare e particolareggiate e in ogni caso di includere:

  1. il numero di versione del programma.
  2. informazioni sul sistema, in particolare le caratteristiche del PC e la versione di Windows.
  3. le circostanze dell'evento, il comportamento del programma e del sistema, i tasti premuti, il testo preciso dei messaggi di errore, i suoni, il tipo di connessione a Internet, eccetera.
  4. qualunque altra informazione su hardware e software installati ritenuta significativa, ad esempio il tipo e la versione della tecnologia assistiva (screen reader, barra braille, ingranditore).
Una parte delle informazioni suddette è riportata nel file resoconto Lettura libri.log che viene generato dal programma Lettura libri premendo la combinazione Ctrl+F2 e che viene posto nella sottocartella log\ della cartella di lavoro. In molti casi può essere utile allegare alla segnalazione il file suddetto perché il suo esame consente spesso di rilevare indizi importanti sulla natura dei problemi.

Composizione del team e informazioni di contatto

Le attività connesse al progetto BDC sono interamente condotte da un gruppo di non vedenti che danno il loro contributo in modo volontario e gratuito. Il gruppo opera autonomamente con risorse proprie, non riceve alcun tipo di sostegno né economico né tecnico e non è collegato ad alcuna associazione o istituzione.
  1. Carmelo Ottobrino: curatore.
  2. Giuliano Artico: autore del programma Lettura libri e delle procedure lato server.
  3. Guido Melani: autore del programma Biblioteca Digitale (modulo grafico).
  4. Alessandro Pannocchi: Consulenza e collaudo.
  5. Bruno Scola: titolare e gestore del sito salottopertutti.it.