Biblioteca Digitale - manuale d'uso

Copyright BY Guido Melani 2014-2017
Larciano (PT) Italy
invia E-Mail

Indice

Descrizione del programma.
Installazione.
Abbinamento a uno screen reader in sintesi vocale
I Menù.
Ricerca e consultazione delle opere.
Conversione in MP3.
Risorse Internet.
Riepilogo comandi rapidi.
Messaggi di errore.
Note e osservazioni.

Descrizione del Programma

Biblioteca Digitale è un software realizzato da Guido Melani per la ricerca e la lettura dei libri della Biblioteca Digitale per i Ciechi.
Questo programma è fornito a complemento del programma Lettura libri, realizzato da Giuliano Artico, e costituisce una parte integrante del pacchetto di distribuzione (Setup). Conl'installazione del Setup vengono Installati il modulo Biblioteca Digitale e le librerie necessarie per la compatibilità dei vari sistemi operativi.

Biblioteca Digitale prevede i due modi di funzionamento descritti di seguito. In ogni momento si può passare da un modo all'altro con Shift+Del o con Passa al modo ... del menù Strumenti.

Modo classico.
L'intera raccolta di opere è installata nel PC e l'utilizzatore periodicamente si fa carico di prelevare e installare gli archivi di aggiornamento mediante le apposite funzioni del programma Lettura libri.
Modo smart.
Questo è il modo predefinito. Il programma accede al database remoto, la raccolta delle opere presente nel server del distributore. Purché il PC sia collegato a Internet, il modo smart è comodo ed è particolarmente raccomandato: opere sempre complete e aggiornate, piccola quantità di spazio impegnato nel disco, nessuna perdita di tempo per scaricare, installare e conservare gli archivi compressi, nessuna manutenzione da effettuare.
Dal punto di vista operativo, i modi classico e smart sono praticamente indistinguibili uno dall'altro. Una differenza che si può notare nel modo smart rispetto al modo classico è un'attesa quasi impercettibile prima di visualizzare ciascuna opera, ma il ritardo ha luogo solo alla prima richiesta a causa del tempo necessario per scaricare il file e comunque il prelievo avviene in modo automatico e trasparente.

Oltre alla consueta ricerca degli autori e dei titoli, Biblioteca Digitale consente anche la ricerca On Line di informazioni sugli Autori e sui Titoli e una ricerca libera sia con Google sia con Wikipedia. Il modulo grafico prevede inoltre varie funzioni raggiungibili con la barra dei menù e con il menù contestuale.

L'avvio può avvenire autonomamente (usando l'apposito collegamento sul desktop) oppure dal programma Lettura libri premendo la combinazione Ctrl+Shift+Invio.

L'apertura delle opere avviene mediante un programma esterno che può essere scelto dall'utilizzatore. Sono previsti un editor principale e un editor secondario. L'impostazione dei programmi di visualizzazione va fatta mediante il programma Lettura libri.
Limitatamente al modo classico, il programma non apre il file originale presente nella cartella della Biblioteca Digitale, bensì una sua copia temporanea. È comunque prevista la possibilità di salvare e riaprire le opere desiderate in un percorso a piacere, accorgimento che può essere utile per mantenere segnalibri con l'editor di proprio gradimento, evitando che il file venga cancellato dopo la consultazione.

Obbligo di registrazione

Per usufruire dei servizi della Biblioteca Digitale è necessario possedere i requisiti richiesti e registrarsi presso uno dei distributori.
Le condizioni per ottenere le credenziali di accesso (login e password) sono specificate nella pagina suddetta.
L'obbligo di registrazione sussiste sia per gli utilizzatori dei programmi Lettura libri e Biblioteca Digitale sia per chi accede tramite browser Internet alla Biblioteca Digitale Remota (qualora disponibile presso il distributore prescelto).

Torna all'indice

Installazione

L'installazione di Biblioteca Digitale avviene con il Setup del pacchetto Lettura libri, che provvede sia a collocare l'eseguibile nella stessa cartella sia a copiare alcuni file necessari per il corretto uso del programma.
Preleva il Setup
Il Setup, durante l'installazione, chiede se si vuole installare anche il modulo grafico. accettando questo, si accettano anche le condizioni della licenza d'uso. L'utilizzatore è inoltre tenuto a rispettare il regolamento.

Notare che, in ogni PC in cui viene installato il pacchetto, è necessario convalidare l'installazione utilizzando le credenziali ottenute in fase di iscrizione. L'autenticazione avviene inserendo username e password nelle apposite caselle che Biblioteca Digitale presenta al primo avvio e premendo quindi il pulsante Autentica [¶3.2].

Torna all'indice

Abbinamento a uno screen reader in sintesi vocale

Il modulo grafico Biblioteca Digitale, in tutte le sue versioni, ha sempre consentito una perfetta interazione con lo screen reader in sintesi vocale JAWS. A partire dalla versione 2.6.0, viene introdotta un'innovazione per garantire un accesso ottimale anche agli utilizzatori di NVDA, lo screen reader open source alternativo a JAWS.

Com'è noto, le applicazioni in VB6, e in particolare Biblioteca Digitale, pongono un problema quando sono utilizzate con NVDA perché questo screen reader non recita automaticamente le Label abbinate a vari oggetti presenti sullo schermo (TextBox, ComboBox, ListBox, eccetera). Nelle versioni precedenti di Biblioteca Digitale, il difetto più evidente si manifestava spostandosi con Tab fra i vari campi della schermata di avvio, in quanto la sintesi pronunciava solo la parola editazione, tralasciando l'intestazione del campo e ostacolando così l'orientamento dell'utilizzatore non vedente.

La soluzione del problema suddetto è stata ottenuta grazie alla libreria nvdaControllerClient.dll la quale, se NVDA è in funzione, viene richiamata per inviare direttamente alla sintesi le stringhe omesse da NVDA. Nel caso di JAWS, un'azione di questo tipo veniva già svolta solo durante il processo di conversione in Mp3 inviando alla sintesi le stringhe della riga di stato per informare l'utilizzatore sull'andamento dell'operazione. Con la nuova versione di Biblioteca Digitale, anche questo intervento viene svolto per NVDA e dunque le informazioni fornite vocalmente risultano complete in entrambe le situazioni.

Ricordiamo ai potenziali utilizzatori di NVDA che le barre di avanzamento hanno un comportamento diverso rispetto a JAWS. Infatti si può scegliere se vocalizzare la percentuale, i Beep o entrambi. Per impostare la modalità preferita, aprire il pannello di NVDA con Insert+N e scegliere le seguenti opzioni:

Preferenze
Presentazioni oggetti
Aggiornamento barre di avansamento.
Nell'ultima ComboBox scegliere una delle voci Leggi, emetti un beep oppure Leggi ed emetti un beep.

Torna all'indice

I Menù

In questa sezione sono elencati i Menù del programma compresi quelli contestuali.
Nella barra dei menù
File
Ricerche On Line
Strumenti
Aiuto
File contiene:
Apri Opera con... nel sottomenù si sceglie se usare l'editor predefinito o secondario.
Apri Opera Salvata con... si sceglie se aprirla con l'editor predefinito o secondario.
Salva Opera con nome, salva l'opera al momento selezionata. Il percorso predefinito è il deposito di Lettura libri, ma si può scegliere anche un percorso a piacere. Biblioteca Digitale non tiene in memoria il percorso scelto, quindi sarà l'utente a collocarsi manualmente. Il programma, alla riapertura, torna sempre nel deposito di lettura libri. Quindi, per comodità, è consigliabile utilizzare tale percorso.
Esci, esce dal programma ma anche con Esc e con il pulsante Esci si ottiene la stessa cosa.
Ricerche On Line contiene:
Ricerca Autore su Google, Ricerca su Google l'autore al momento selezionato. necessita connessione. [F7]
Ricerca Autore su Wikipedia, Ricerca su Wikipedia l'autore al momento selezionato. necessita connessione. [F8]
Ricerca Titolo su Google, Ricerca su Google il titolo al momento selezionato. necessita connessione. [Ctrl+F7]
ricerca Titolo su Wikipedia, Ricerca su Wikipedia il titolo al momento selezionato. necessita connessione. [Ctrl+F8]
Ricerca Libera su Google, Effettua una ricerca su Google con la possibilità di inserire qualsiasi cosa a piacere. necessita connessione. [Ctrl+G]
Ricerca Libera su Wikipedia, Effettua una ricerca su Wikipedia con la possibilità di inserire qualsiasi cosa a piacere. necessita connessione. [Ctrl+W]
Strumenti contiene:
Appunti, apre il file appunti.txt con l'editor predefinito se è disponibile, altrimenti sceglie il secondario.
Opere Recenti On Line, si collega alla pagina delle opere recenti del distributore della Biblioteca Digitale, necessita connessione e convalida. [Ctrl+F11]
Biblioteca Digitale On Line, Si collega alla pagina per consultare On Line le opere della biblioteca, necessita connessione e convalida. [Ctrl+F12]
Passa al modo classico/smart, commuta il modo di funzionamento, necessita di riavviare il programma.
Abilita Suoni, Abilita e Disabilita i suoni [F9]
Aiuto contiene:
Info e comandi, riassunto dei comandi e brevi osservazioni. [F1]
Manuale di istruzioni, visualizza questa pagina web.
Catalogo Biblioteca digitale, visualizza il catalogo completo delle opere al momento disponibili.
Licenza d'uso, Licenza per la distribuzione e l'uso.
Con il Menù di contesto sulla lista degli autori, si presentano le voci:
L'effetto di queste voci è identico a quello delle corrispondenze nel Menù Ricerche On Line sopracitate.
Con il Menù di contesto sulla lista Titoli, si presentano le seguenti voci:
Visualizza con editor predefinito, Visualizza con editor secondario (che sono all'interno del Menù file sopra descritto).
Visualizza recensione, che verifica se esiste una descrizione dell'opera, e la visualizza dando invio sul Menù di contesto o con il tasto F5. Dato che in modo smart le recensioni non sono disponibili, lo stesso comando apre invece un assaggio, cioè uno stralcio iniziale dell'opera corrente.
Cerca solo titolo su Google, Ricerca libera su Google, Cerca solo titolo su Wikipedia e Ricerca libera su Wikipedia, che sono identiche alle voci nel Menù Ricerche On Line sopra descritto.

Torna all'Indice

Ricerca e consultazione delle opere

Questo paragrafo descrive la funzione principale del programma Biblioteca Digitale, che vuole essere un'interfaccia amichevole per la ricerca e la consultazione delle opere della Biblioteca Digitale per i Ciechi.
Per ulteriori informazioni e per ciò che non è specificato in questo manuale fare riferimento al manuale di Lettura libri (premere in tale programma il tasto F9).

Veniamo ora all'uso vero e proprio del programma.
Nei campi di editazione, Autore e Titolo, inserire ciò che si desidera cercare e premere invio. Si può attivare il pulsante Ricerca con la barra spaziatrice o con il Click del Mouse.
Tenere presente che i campi di editazione sopracitati sono interattivi. Significa che, quando si inizia a scrivere su di uno di essi, la ricerca si predispone automaticamente dal campo su cui siamo posizionati.
Se la ricerca parte dal campo Autore, cercherà solo sulla lista autori e si posizionerà sulla voce trovata. Automaticamente, caricherà tutte le opere di quell'autore riempiendo la lista dei titoli.
Se la ricerca partirà dal campo Titolo, ricercherà solo nei titoli posizionandosi sull'Autore proprietario di quel titolo, e mettendo a fuoco il titolo trovato sulla lista titoli.
A questo punto dando invio sul titolo selezionato, visualizzerà l'opera con l'editor predefinito, o con il Menù di contesto, si può scegliere anche l'editor secondario. Lo stesso effetto si ottiene sul pulsante Visualizza Opera, o sulle voci sopra descritte nel Menù file.
Dopo aver effettuato almeno una ricerca, con F3 o sul pulsante successivo, ricerca in avanti la prossima corrispondenza.
Con Shift+F3 o sul pulsante precedente, la corrispondenza viene cercata in senso inverso.
Senza effettuare nessuna ricerca, si può scorrere gli Autori con le frecce, e automaticamente ogni volta che ci spostiamo da un'Autore all'altro, caricherà le opere dell'autore su cui siamo posizionati. Spostandosi sull'elenco dei Titoli con le frecce si può visualizzare l'opera come sopra descritto.

Torna all'Indice

Conversione in Mp3

A partire dalla versione 2.0, il programma Biblioteca Digitale è in grado di trasformare autonomamente i testi in formato Mp3 senza dover ricorrere a un programma esterno. Le voci utilizzabili sono la Eloquence (Sapi4) oppure, a partire dalla versione 3.0.0, le voci Sapi5 installate nel sistema.

L'accesso a questa funzione è possibile da Converti in MP3 del menù Strumenti o del sottomenù Apri opera salvata del menù File (si possono anche usare rispettivamente i tasti rapidi Ctrl+F9 e Shift+Ctrl+F9). Un'altra possibilità è andare con Tab nel campo che contiene il titolo dell'opera e dal menù contestuale (tasto applicazioni o tasto destro del mouse) attivare la voce Converti in MP3. Infine la conversione può essere avviata dall'esterno del programma in due modi:

Agendo in uno qualsiasi dei modi suddetti, viene aperta la finestra di conversione che consente di avviare il procedimento.

Fra le altre possibilità, di significato autoesplicativo, qui si trova il pulsante Opzioni MP3 e sintesi che apre un'altra finestra per impostare i parametri necessari alla conversione. In questa seconda finestra va effettuata la scelta della sintesi (Eloquence oppure Sapi5) e, tramite il pulsante Opzioni sintesi vocale, si possono adattare i parametri della sintesi vocale, che sono differenziati fra i due tipi di sintesi (v. più avanti). Al termine uscire e salvare per mantenere le impostazioni selezionate.

Nota bene. Ciascuna delle finestre di cui sopra dispone di un aiuto contestuale, richiamabile con F1, Con la descrizione dettagliata delle rispettive funzioni. Si raccomanda, soprattutto per le prime volte, di consultarlo con attenzione e di sfruttare i numerosi tasti rapidi che possono facilitare notevolmente le operazioni.

Per avviare la conversione premere F5 o attivare il pulsante Avvia conversione. Il procedimento può essere interrotto premendo nuovamente F5 oppure attivando il pulsante Interrompi conversione. L'elaborazione è completamente automatica e adotta valori predefiniti per tutti i parametri.

Il testo da convertire viene frazionato in segmenti e la durata dei corrispondenti file MP3 può essere regolata nella finestra dei parametri MP3. Si può anche scegliere di convertire l'intero testo in un file audio unico, ma questa scelta non è raccomandata perché il file risultante, per la sua grandezza, è scomodo da gestire con i lettori multimediali.

Per impostazione predefinita, i file MP3 risultanti dalla conversione sono posti all'interno della cartella LLibri\MP3 nei documenti dell'utente, in una sottocartella che ha il nome del testo caricato e sono numerati progressivamente. Viene anche prodotta una playlist con estensione .m3u che elenca la sequenza dei brani. Per modificare la cartella destinazione conviene utilizzare il pulsante Sfoglia, dove viene già incluso il nome della sottocartella relativa all'opera scelta. Se invece si preferisce digitare a mano il percorso nella casella editazione, tenere presente che in tal caso il percorso viene adottato così com'è, senza aggiungere il nome dell'opera e che è consentito modificare solo l'ultimo elemento del percorso proposto. Il percorso scelto verrà comunque ricordato dal programma e riproposto alla successiva elaborazione.

Oltre alle opere presenti nella Biblioteca Digitale è possibile convertire in MP3 anche file posti in altre cartelle. A tale scopo premere il pulsante File da convertire e scegliere il file desiderato navigando nel sistema con i metodi consueti di Windows. Notare che, oltre ai file di testo con estensione .txt, il programma consente di convertire in MP3 vari tipi di file e precisamente quelli con le seguenti estensioni:

azw, azw3, chm, djv, doc, docx, epub, fb2, lit, htm, html, mht, mobi, odt, pdb, pdf, prc, rtf, tcr, wpd.
Osservazione. La conversione dei file di tipo diverso da .txt è ottenuta mediante blb2txt (Balabolka Text Extract Utility), il cui eseguibile è incluso nel pacchetto di installazione. Esso supporta la conversione in Ansi di molti formati. Per quanto riguarda i file di tipo .txt, il programma Biblioteca Digitale riconosce i files UTF8 e DOS e li converte in Ansi con una procedura interna, il tutto in modo automatico e trasparente all'utente (la trasformazione in Ansi è richiesta dalla sintesi che altrimenti pronuncerebbe male certi caratteri).

Concludiamo questa sezione con alcune indicazioni sulle finestre di impostazione dei parametri. Notare che, dopo aver cambiato qualche parametro, occorre cliccare su Chiudi e salva per memorizzare le modifiche oppure su Chiudi (anche tasto Esc) per mantenere i vecchi valori. I parametri in vigore, predefiniti o modificati a seconda dei casi, vengono riportati nel file EciMp3.ini per essere riproposti alla successiva elaborazione.

Parametri Mp3.
Come accennato in precedenza, qui vanno impostati i parametri che riguardano la conversione in Mp3. È possibile:
Parametri della sintesi Eloquence.
Questa finestra è più complessa della precedente ed è sconsigliabile fare modifiche significative se non si conoscono esattamente il significato e l'effetto dei parametri. In particolare è possibile scegliere le persone della sintesi (Male1, Female1, eccetera), la lingua, l'intonazione e altro. Dopo aver selezionato una persona, si raccomanda di premere Shift+F9 per assegnare i valori predefiniti dei rispettivi parametri e di premere poi F9 per sentire il risultato. Ciò fatto, si può modificare a piacere la velocità del parlato.
Parametri delle sintesi Sapi5.
Nel caso delle voci Sapi5 si può impostare la voce, il tono, la velocità e l'uscita audio per un breve saggio della voce scelta. Le voci testate sono Paola, Valentina e Roberto. In ambiente Windows 10, sono state sperimentate con pieno successo le voci in dotazione Elsa per l'italiano e Zara per l'inglese. Su alcune voci come Elsa, è consigliabile abbassare il tono per ottenere una voce meno enfatizzata (naturalmente questa è una scelta che dipende dal gusto personale di ciascuno).

Torna all'Indice

Risorse Internet

Le risorse internet sono molto intuitive. Basta sfogliare il Menù Ricerche On Line, e con la descrizione nel paragrafo I Menù, si capisce immediatamente il loro uso. Le stesse voci si ritrovano anche nel Menù di contesto sulla lista Autori e Titoli.

Torna all'indice

Riepilogo comandi rapidi

Qui faremo un riepilogo dei comandi rapidi da tastiera, il cui elenco è consultabile anche con il tasto F1.
Con Invio o cliccando sul pulsante Ricerca
Dopo aver scritto nel campo Autore o Titolo la ricerca desiderata, con Invio o cliccando sul pulsante Ricerca si avvia la ricerca dell'Autore o del Titolo.
Con Invio, CtrlT, con il Menù di contesto o il doppio Click del Mouse sul Titolo
Si visualizza l'opera selezionata.
Con Ctrl+P o con il Menù di contesto
Si sceglie l'editor secondario per visualizzare l'opera.
Ctrl+S
Si salva l'opera nel Deposito di Lettura libri o nel percorso desiderato.
Ctrl+O
Si apre con l'editor predefinito l'opera precedentemente salvata.
Ctrl+E
Si apre con l'editor secondario l'opera precedentemente salvata.
Ctrl+G
Ricerca libera su Google.
Ctrl+W
Ricerca libera su Wikipedia.
F2
Va al campo Autore.
Shift+F2
Va alla lista Autori.
F3
Ricerca successiva.
Shift+F3
Ricerca precedente.
F4
Va al campo Titolo.
Shift+F4
Va alla lista Titoli.
F5
In modo classico visualizza la recensione, se presente. In modo smart visualizza un testo di assaggio dell'opera.
F6
Apre il blocco appunti con l'editor disponibile.
F7
Ricerca Autore su Google.
Shift+F7
Ricerca Titolo su Google.
F8
Ricerca Autore su Wikipedia.
Shift+F8
Ricerca titolo su Wikipedia.
F9
Abilita e Disabilita i suoni.
F11
Dice la data corrente.
Shift+F11
Opere recenti On Line.
F12
Dice l'ora corrente.
Shift+F12
Biblioteca Digitale On Line.
Shift+Del
Passaggio dal modo classico al modo smart e viceversa. Richiede il riavvio del programma.
Se al momento dell'avvio la copia attuale della Biblioteca Digitale non è disponibile, ad esempio perché risiede in un'unità momentaneamente scollegata, viene mostrato un avviso e viene chiesto il consenso per proseguire con la sola consultazione della cartella deposito. In questo caso le liste degli autori e dei titoli sono vuote.

Torna all'indice

Messaggi di errore.

All'avvio del programma Biblioteca Digitale o durante il suo utilizzo possono verificarsi situazioni critiche che vengono segnalate con particolari messaggi di errore. Per risolvere il problema ttalvolta è necessario lanciare il modulo Lettura libri e svolgere l'azione appropriata al caso specifico. Qui di seguito sono elencate le principali situazioni di errore.
Il file dell'Indice non è stato trovato o è stato rimosso.
Il file indice Elenco libri.dat, che deve trovarsi nella cartella di lavoro, è l'elenco delle opere effettivamente presenti nella Biblioteca digitale. Esso ha lo scopo di rendere più veloci le operazioni di ricerca e di apertura delle opere. Se si utilizza il modo classico, il file indice viene generato da Lettura libri al primo avvio e ogni volta che si effettua un aggiornamento. In modo smart, invece, esso viene acquisito automaticamente dalla rete.
File di configurazione non trovato o percorso non valido.
Il file Lettura libri.ini contiene varie impostazioni necessarie per il funzionamento del software. Se si utilizza il modo classico, un'informazione essenziale presente in esso è la posizione della cartella della Biblioteca Digitale. Se questo file è mancante, è necessario avviare Lettura libri, che provvede a generarlo e a memorizzarvi le necessarie impostazioni.
Percorso della Biblioteca Digitale non valido o non trovato.
Questa situazione di errore, tipica del modo classico, può aver luogo per effetto di mutamenti avvenuti nel sistema, ad esempio perché è stata scollegata l'unità disco che contiene la Biblioteca Digitale. L'errore può essere corretto avviando Lettura libri che eseguirà una nuova scansione per individuare la nuova posizione. In questo caso, comunque, è possibile proseguire e aprire Biblioteca Digitale consultando solo le opere precedentemente salvate.
Connessione alla rete non riuscita.
L'errore è tipico del modo smart, nel quale la connessione di rete è necessaria per accedere al database del distributore e prelevare le opere desiderate.
Convalida non effettuata o utente non registrato, inserire User e Password.
In ciascun PC in cui viene installato il setup, la prima operazione da compiere è la convalida delle credenziali di accesso. All'invito del programma, digitare nelle apposite caselle username e password, le credenziali rilasciate dal distributore in fase di iscrizione, e premere poi il pulsante Autentica.
Nota bene. Gli interessati che possiedono i necessari requisiti possono ottenere le credenziali di accesso iscrivendosi presso uno dei distributori.
Convalida scaduta, inserire User e Password.
La validità delle credenziali di accesso ha un periodo di latenza stabilito dal distributore, tipicamente di 30 giorni, durante il quale le credenziali stesse vengono inviate automaticamente da Biblioteca Digitale quando si scarica un'opera in modo smart. In tale circostanza la validità viene automaticamente rinnovata per un ulteriore periodo di pari durata. Ad esempio, se si apre una nuova opera almeno una volta al mese, non è mai necessario reinserire le credenziali. Se invece si lascia scadere il termine attuale senza effettuare alcuna interazione con il server, il programma presenta il messaggio indicato e occorre procedere a una nuova autenticazione come indicato più sopra. Per conoscere tale termine premere F1 e cercare la frase Prelievo archivi sbloccato fino a ...
Modo smart non compatibile con convalida fuori linea.
Se il PC è privo di connessione Internet e le credenziali sono state convalidate fuori linea, Biblioteca Digitale non può essere utilizzato in modo smart. Una possibilità è reinstallare il setup scegliendo il modo classico. L'altra alternativa è collegare il PC alla rete e lanciare Lettura libri per trasformare la convalida da off-line a on-line.

Torna all'indice

Note e osservazioni

Biblioteca Digitale è un modulo grafico per facilitare la consultazione delle opere in ambiente windows convenzionale e prevede il possibile uso del Mouse (ad esempio, con l'intervento di persone vedenti per scopi didattici).

Sotto l'aspetto tecnico, Biblioteca Digitale si appoggia a Lettura libri per vari servizi (fra i quali la convalida delle credenziali, l'impostazione di alcuni parametri, la lista opere, il prelievo delle stesse (in modo smart) e la gestione degli archivi di distribuzione (prelievo, installazione, sincronizzazione)). Oltre ai file della Biblioteca Digitale, i due moduli condividono la struttura delle cartelle (cartella del programma, cartella di lavoro, cartella deposito, cartella per i file temporanei). Il modulo grafico utilizza anche il file di inizializzazione Lettura libri.ini e il file Elenco libri.dat.

Che dire? Questo software è nato da un'amicizia che si protrae da tanto tempo con Giuliano Artico, con il quale ho collaborato con grande stima ed entusiasmo, allo scopo di ampliare la bella iniziativa della Biblioteca Digitale per i Ciechi, che offre l'integrazione alla lettura molto sentita dai privi della vista, i quali si trovano tra le mani uno strumento con un'infinità di autori e opere.
La collaborazione con Alessandro Pannocchi, amico e collaboratore di precedenti avventure, attento, scrupoloso e preciso nel fare i Test, indispensabili per il corretto funzionamento del programma in un'infinità di situazioni e con i vari Sistemi Operativi, ha semplificato e reso più scorrevole la realizzazione di tutto il pacchetto.

Mi auguro che questo modulo grafico consegua il suo scopo di rendere più confortevole e semplice per tutti la consultazione delle opere della Biblioteca Digitale.

Buona lettura. Guido Melani.

Torna all'indice